Marco Leti's Blog

28 ottobre 2009

Barriere architettoniche.

Filed under: Benvenuto — marcoleti @ 5:36 pm

 

Viene definita barriera architettonica qualunque elemento costruttivo che impedisca, limiti o renda difficoltosi gli spostamenti o la fruizione di servizi (specialmente di persone con limitata capacità motoria o sensoriale). Zagarolo è un paese dove con estrema difficoltà i disabili riescono, non a vivere, ma a soprav…vivere. Per questo, facendo parte io stesso delle categorie protette, sono sceso in campo per far valere i miei diritti e quelli di tutti i cittadini di Zagarolo. Con forza e determinazione alle prossime elezioni comunali del 2010 sarò presente per tutelare anche gli anziani, da sempre dimenticati dall’attuale giunta comunale.Immagine 027
Annunci

1 commento »

  1. Gentile Sig. Leti,
    approfitto del Suo spazio per esporle il mio problema.
    Sono una vedova di 73 anni, vivo a Zagarolo da dodici anni assieme a mio figlio e mia nuora. Mi trovo tanto bene qui, respiro aria pura, mangio prodotti dell’orto e coltivo bellissime rose. Sono molto socievole ma se non mi viene a trovare qualche vicina con l’auto io sto sola fino a sera. Mi piace camminare e il dottore dice che almeno un’ora al giorno devo fare esercizio. Mi piacerebbe andare a trovare qualche amica, ma non guido e su questo colle non c’è neanche un piccolo marciapiede e le strade non sono illuminate. Mio figlio dice che poi potrei anche cadere in una buca (diventano sempre più ampie e numerose) e rompermi il femore.
    Allora aspetto la domenica: mia nuora mi porta a messa (nella chiesa con meno gradini) e poi, per farmi contenta, a passeggiare e a guardare qualche vetrina. Ma io mi innervosisco quasi subito e voglio tornare a casa: dappertutto ci sono macchine, non c’è un marciapiede e quello che porta alla piazza del mercato a piazza Rospigliosi è talmente scomodo ed alto che mia nuora mi deve aiutare. Se mi stanco o voglio godermi un po’ di sole e guardare la gente che passa non so dove sedermi. Se incontro un’amica per fare quattro chiacchiere, l’unica possibilità è andare al bar, ma le sedie sono sempre occupate. Avrei pensato di portarmi uno sgabello da casa come vedo fare in piazza da qualche anziano, ma mi vergogno e poi non mi sembra giusto visto che pago tante tasse al comune. Penso che tutto sommato sono fortunata perché, anche se ho dolori alle ossa, cammino autonomamente. Ma quelli che devono girare col bastone o in carrozzella e i bambini in passeggino dove possono andare a passeggiare? Restano a casa come me? Non trovo giusto che in un paese così bello ci si dimentichi delle necessità e dei diritti di anziani, disabili e bambini!
    La saluto cordialmente
    Natalina T.

    Commento di Natalina T. — 13 novembre 2009 @ 2:23 pm | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: